L’Amarone sbarca negli Usa e si degusta con l’IPad

L’Amarone della Valpolicella, fra i più apprezzati al mondo e tra i preferiti del presidente Obama, sbarca in questi giorni a New York per una degustazione innovativa concepita da Vinitaly US Tour, iniziativa di Veronafiere che promuove il vino italiano negli States.

La degustazione Vinitaly Interactive offrirà vini selezionati dal Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella Doc, Consorzio per la Tutela del Prosecco Doc.


"Abbiamo subito accolto con favore l'idea di introdurre Vinitaly Interactive – afferma Olga Bussinello, direttore del Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella - che ci aiuterà a raccogliere il parere dei consumatori ed educarli sui vini della Valpolicella, incamerando informazioni preziose. Per tutte queste ragioni abbiamo sponsorizzato l'introduzione dell'iniziativa Vinitaly Interactive, lieti che ci abbiano creduto anche altri marchi prestigiosi. La formula interattiva di degustazione scelta da Vinitaly – continua Bussinello – permetterà ai visitatori di conoscere meglio i vini proposti e il loro legame con il territorio di origine. A noi, invece, darà la possibilità di capire meglio i loro gusti. Un passaggio importante per dare ai nostri produttori informazioni utili ad approcciare in maniera più efficace al mercato Usa”.

Il processo è semplice ed intuitivo, composto da tre fasi: registrazione, ordine e degustazione.

  1. Registrazione: l'ospite riceve una scheda individuale QR per il suo biglietto da visita con cui muoversi liberamente ai tavoli di vini diversi con IPad.
  2. Ordini: qui il visitatore può ordinare i vini degli espositori partecipanti a Vinitaly Interactive. Un sommelier o personale di servizio chiede la scheda QR da scansionare all’ IPad per poi servire il vino richiesto.
  3. Degustazione: si assaggia il vino selezionato, con la possibilità di scegliere tra diversi parametri (gusto, odore, colore, ecc) tramite IPad. Poi le preferenze dei clienti possono essere salvate o si può scegliere di provare altri vini, o ancora terminare l’esperienza Vinitaly Interactive. Al termine della degustazione, il cliente riceve una e-mail di tutti i vini testati quel giorno con le preferenze espresse.


A New York, il Consorzio per la Tutela della Valpolicella Doc avrà anche una speciale area dedicata alla degustazione di "Venezia e i suoi vini", come leader del progetto la promozione all'estero dei Vini Valpolicella, realizzato insieme Consorzio per la Tutela del Prosecco.

Negli Stati Uniti i nomi dei vini della denominazione Valpolicella sono registrati come marchi. In questo modo il Consorzio di Tutela e gli enti preposti al controllo possono perseguire le imitazioni e la concorrenza sleale, che anche in Usa provocano danni commerciali e d’immagine ai produttori, oltre che essere ingannevoli per i consumatori.