OTTOBRE - LE NEWS

 

DUE TERRITORI, UN’UNICA META: IL 14 OTTOBRE SI VOLA IN SVIZZERA, A ZURIGO

1 zurigo

Il Consorzio Tutela Vini Valpolicella rinnova per il secondo anno consecutivo la sua collaborazione con il Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore e la rivista Vinum Europas Weinmagazin, il magazine di riferimento per i professionisti del vino in Svizzera.
Il 14 ottobre, infatti, presso il Papiersaal di Zurigo, andrà in scena un Walk Around Tasting B2B e B2C dedicato ad operatori della stampa, trade e pubblico selezionato e nel corso dell’evento verranno inoltre organizzati dei seminari guidati dal giornalista Christian Eder, destinati ai vini di entrambi i Consorzi. Si inizierà alle 14.30 con la masterclass "Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore – ein Spumante mit 50 Jahren Geschichte aus dem UNESCO-Weltkulturerbegebiet" e a continuare, alle 16.30, "Die vielen Expressionen des Valpolicella, Heimat grosser Rotweine" dove i protagonisti assoluti saranno Valpolicella DOC, Valpolicella Superiore DOC, Ripasso DOC e Amarone della Valpolicella DOCG.
 
Le aziende che parteciperanno a Zurigo:
Cà dei Maghi, Cantina di Soave, Clementi, Corte Cavedini, Costa Arènte, Federica Rigoni Stern, I Campi di Flavio Prà, Cantine Riondo, Sartori di Verona, Tenuta Santa Maria di Gaetano Bertani
 
Le aziende che parteciperanno al Banco Mescita istituzionale:
Cà dei Frati, Cantina Valpantena Verona, Clementi, Franchini Agricola, Lavarini, Massimago, Novaia, Pasqua Vigneti e Cantine

____________________________________________________________________________________________________________________________________


DALLA PRIMA EDIZIONE DI VINEXPO SHANGHAI ALLA PRIMA TAPPA A SINGAPORE.

Il Consorzio Valpolicella tra Cina e Sud Est Asiatico

2 shanghai


3 singapore


Il Consorzio Vini Valpolicella parteciperà con uno stand collettivo a Vinexpo Shanghai (23-25 ottobre 2019).
Grazie all’esperienza ventennale di Vinexpo in Asia, la manifestazione è stata organizzata qui per la prima volta in assoluto, considerando l’importanza come vetrina sul mondo asiatico che riveste la città. Inoltre, la crescita economica del paese del dragone, accompagnata ad un costante incremento del consumo di vino, farà sì che la Cina diventi nei prossimi 3 anni il secondo mercato mondiale del vino e Shanghai sia per posizione che per tradizione è considerabile la capitale enoica strategica di questo Paese. Nell’ambito della fiera, dove sono previsti oltre 5000 professionisti, il Consorzio organizzerà anche nella giornata del 24 ottobre, una Masterclass istituzionale interamente dedicata all’Appassimento, dal titolo: “Discovering the fine wines from Valpolicella’s exclusive “Appassimento” technique: Valpolicella Ripasso DOC and Amarone della Valpolicella DOCG”, condotta dal Valpolicella Wine Specialist, Felix Zhang.

A Singapore, infine, hub commerciale e snodo logistico fondamentale per raggiungere i mercati del sud-est asiatico, il Consorzio presenzierà per la prima volta in assoluto ad un evento organizzato presso l’esclusivo Amara Singapore, in collaborazione con la Singapoured LLP dei wine educator e Valpolicella Wine Specialist Jessica Tan e Wai Xin Chan. Qui, il 28 ottobre il Consorzio realizzerà una Masterclass di presentazione della Valpolicella e degli stili produttivi e a seguire un Walk Around Tasting con 9 aziende del territorio. La città-stato nonostante le dimensioni, risulta tra i primi 20 importatori mondiali di vino e il suo elevato potere d’acquisto offre ottimi margini di crescita per le etichette di fascia medio-alta, considerando anche il notevole incremento del consumo pro-capite, che proseguirà al ritmo del +4% all’anno fino al 2020 (Fonte Wine Monitor - Nomisma).

Aziende che parteciperanno alla fiera di SHANGHAI: 
Bertoldi, Ca’ Dei Frati, Ca’ Dei Ronchi, Cantina Valpantena Verona, Corte Scaletta, Dal Cero, Latium Morini, Paolo Cottini, Rino Sartori, Rubinelli Vajol, Tamburino Sardo e Vantorosso.

Aziende che partecipano all’evento di SINGAPORE:
Cà dei Frati, Cantina Valpantena Verona, Fidora, I Campi, Graziano Prà, Rino Sartori, Rubinelli Vajol, Sartori di Verona, Scriani e Tenuta Santa Maria di Gaetano Bertani

____________________________________________________________________________________________________________________________________

4 approfondimenti


PUBBLICATE IN GAZZETTA UFFICIALE LE NUOVE DISPOSIZIONI NAZIONALI DI VENDEMMIA E DI PRODUZIONE VINICOLA

Clicca qui per maggiori info

____________________________________________________________________________________________________________________________________

5 attualità


L’UE SI CONFERMA LEADER MONDIALE NEL COMMERCIO AGROALIMENTARE

Vino e vermouth i prodotti maggiormente esportati. A renderlo noto un report della Commissione Europea (scaricabile qui sotto) pubblicato nei giorni scorsi. L'UE conferma, ancora per un altro anno, la sua posizione di maggiore esportatore globale di prodotti agroalimentari, con esportazioni dell'Unione che hanno raggiunto un valore di 138 miliardi di euro nel 2018. I prodotti agricoli rappresentano una quota solida del 7% del valore delle merci totali dell'UE esportate nel 2018. L'agricoltura e le industrie e i servizi legati all'alimentazione forniscono insieme quasi 44 milioni di posti di lavoro nell'Unione europea. La catena di produzione e trasformazione alimentare rappresenta il 7,5% dell'occupazione e il 3,7% del valore aggiunto totale nell'UE. Le prime cinque destinazioni per i prodotti agroalimentari dell'Unione continuano ad essere gli Stati Uniti, la Cina, la Svizzera, il Giappone e la Russia, che insieme assorbono il 40% delle esportazioni. Vini e vermouth continuano a dominare il paniere dei prodotti esportati, con bevande spiritose e liquori al secondo posto.
 
(Fonte: Commissione Europea)

____________________________________________________________________________________________________________________________________


WTO: SÌ AI DAZI USA, MA IL VINO ITALIANO SI SALVA

L’Ufficio del Rappresentante del Commercio statunitense (USTR) ha tempestivamente pubblicato la lista “finale” dei prodotti europei assoggettati a dazi addizionali in vigore a partire dal 18 ottobre, in attesa del provvedimento definitivo pubblicato nel “Federal Register notice”. I vini italiani sono fortunatamente esclusi da questa lista, al contrario di quanto accade per altri prodotti dell’agroalimentare nazionale (come i formaggi) o, ad esempio, i vini francesi imbottigliati (in recipienti contenenti non oltre i 2 litri).

____________________________________________________________________________________________________________________________________

6 tappeestere