ASPETTANDO LA "RED WEEK" DI ANTEPRIMA AMARONE

 

aa2015 foto1

programma1 aa2015

“Costruire nuove occasioni di confronto e approfondimenti di interesse per raccontare la nostra denominazione è fondamentale per mantenere vivo l’appeal dei vini in Italia e nei numerosi mercati esteri”, spiega il direttore Olga Bussinello, “Storia, cultura, qualità, mercato, ma soprattutto impatto economico e sostenibilità del grande “fine wine” veronese, sono i temi che caratterizzeranno la “Red Week” di Anteprima Amarone 2015. “Attesi, oltre ai produttori, personaggi chiave del settore e istituzioni come il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio”.

Ad anticipare il battesimo dell’annata 2015, il 1 febbraio, in Sala Maffeiana, si terrà The Second Valpolicella Annual Conference, un vertice internazionale in cui esperti di fama mondiale approfondiscono i temi economici legati al mondo degli “Icon Wines”; tema principale quello di analizzare la situazione del brand Amarone sui mercati di tutto il mondo come vessillo del Made in Italy d'eccellenza, alla presenza di circa 300 persone tra produttori, operatori del settore e giornalisti italiani ed esteri.

 

video

aa2015 foto2

aziendeaa2015

 Anteprima Amarone 2015 aprirà invece i battenti il 2 febbraio al Palazzo della Gran Guardia, per proseguire sino al 4 febbraio. La manifestazione, giunta alla 16esima edizione, è l’evento di punta della denominazione, con protagonista assoluto il “Grande Rosso” della Valpolicella. La giornata di Anteprima Amarone si aprirà con il dibattito tra il Presidente del Consorzio, Andrea Sartori e il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio. Il titolo della conferenza: Brand, valore, export e turismo: Il poker per l’Italia nel calice. Si proseguirà successivamente con Red Passion e Sorsi di Cultura in compagnia dello scrittore, giornalista e storico Giordano Bruno Guerri e della giornalista e scrittrice Laura Delli Colli, moderati dal vicedirettore di Telenuovo, Andrea Andreoli. Le aziende partecipanti saranno 65 con 200 giornalisti, operatori del settore e numerosi visitatori.

 

AA foto3

programma 3

Nell’ambito delle attività di promozione, che svolge il Consorzio Tutela Vini Valpolicella, si inserisce il progetto del Valpolicella Education Program (VEP), dal 29 al 31 gennaio, giunto alla sua seconda edizione e inserito all’interno della settimana più importante dell’anno per la denominazione. Partecipano 24 candidati da tutto il mondo, alcuni dei quali in corsa per il titolo di Master of Wine. Il VEP è un corso di alta formazione sulla viticoltura, i vini e il territorio della Valpolicella, targhettizzato per operatori di settore, dal trade a giornalisti ed influencer. L’obiettivo è quello di istruire e formare candidati, accuratamente selezionati da un comitato tecnico scientifico composto da docenti universitari, sulle caratteristiche specifiche della Valpolicella. Il fine ultimo è creare, trasferire cultura, interconnettere valori e prodotti di un territorio simbolo del Made in Italy di eccellenza. Il corso avrà una durata di 3 giorni ed è strutturato in 5 moduli che analizzano in profondità tutte le tematiche della sfera Valpolicella. Al termine delle lezioni, i candidati saranno chiamati a sostenere un esame che potrà conferirgli il titolo di Valpolicella Wine Specialists (VWS), che darà loro la possibilità di essere inseriti nel network globale di divulgatori della Valpolicella, riconosciuti ufficialmente dal Consorzio.